AllgemeinComunicato stampa

Iscrizione di madrelingua tedeschi agli Ordini professionali: si attivi la Commissione dei Sei

Anche nel sistema sanitario altoatesino la carenza di personale qualificato è all’ordine del giorno. La carenza di medici e personale medico infermieristico di lingua tedesca si nota, eccome!

Per evitare un calo della qualità e per rimediare efficacemente a questa carenza con misure concrete e rapide, il Team K ha già presentato al Consiglio provinciale in estate una proposta di legge facendo leva su fonti europee. Il Team K si rifà spesso infatti alle qualità dell’Unione europea che in numerose occasioni può offrire soluzioni a difesa delle prerogative della nostra autonomia. Sebbene in quell’occasione la proposta fosse stata respinta dai partiti di governo, SVP e Lega l’hanno poi fatta propria nella cosiddetta “legge europea”. Il Team K non è geloso se altri realizzano le nostre idee, come ad esempio quelle per il reclutamento di medici e infermieri di lingua tedesca. L’importante è centrare l’obiettivo.

Il Team K ha presentato in autunno una mozione chiedendo alla Giunta di intercedere presso la Commissione dei Sei per predisporre le apposite norme di attuazione. Per questa iniziativa, il Team K ha ottenuto un sostegno professionale da parte di esperti di diritto comunitario e costituzionale. Anche secondo questi ultimi è necessario tutelare giuridicamente questo sforzo rispetto a Roma attraverso delle apposite norme di attuazione e pertanto, il fulcro della nostra richiesta prevede la possibilità per i medici di lingua tedesca che desiderano lavorare nel sistema sanitario altoatesino di potersi iscrivere immediatamente presso l’Ordine dei medici. Il Team K orienta a tal proposito la sua proposta sugli articoli 99 e 100 dello Statuto di Autonomia dell’Alto Adige, che sancisce che la lingua tedesca è parificata alla lingua ufficiale italiana.

Data la competenza legislativa nazionale sugli Ordini professionali, la nostra soluzione per il sistema sanitario altoatesino prevedeva fin dall’inizio di limitare l’esercizio delle professioni disciplinate dalla legislazione comunitaria al territorio della Provincia autonoma di Bolzano in attesa dell’attestato di comprovata conoscenza della lingua italiana.

Anche se l’opposizione aveva appoggiato con forze unite la proposta del Team K in Consiglio provinciale, purtroppo con 13 voti contro 16 non era stato possibile approvarla, seppur per poco.

Cara Giunta, avete sprecato l’occasione di mantenere l’attrattività anche per medici e personale medico infermieristico di lingua tedesca. Peccato. Invece, la Commissione dei Sei sarebbe davvero la sede idonea per portare avanti questa richiesta a beneficio dei pazienti, giovandosi anche di un consenso – come si è potuto constatare in aula – trasversale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *