AllgemeinComunicato stampa

Il Team K chiede parità di trattamento tra politici e dipendenti pubblici

Il Team K ha presentato un disegno di legge regionale con l’obiettivo di abolire le compensazioni automatiche dell’inflazione per le indennità dei consiglieri e di introdurre la parità con i dipendenti pubblici.

Il trattamento economico dei membri del Consiglio regionale è stabilito con legge regionale. Questo significa che le indennità e l’importo fisso per il rimborso delle spese sono automaticamente rivalutati annualmente seguendo il dato Istat. Negli ultimi anni, questa rivalutazione è stata sospesa dall’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale, ma i fondi destinati a questo scopo sono ancora disponibili nel bilancio regionale e la base giuridica non è mai stata abrogata. Nel gennaio 2020 si procederà dunque ad una rivalutazione delle indennità e all’eventuale compensazione retroattiva per gli ultimi anni. “Mentre l’adeguamento all’inflazione è stato negoziato per mesi per i dipendenti pubblici, sarà invece automatico per i consiglieri regionali. Non è corretto, chiediamo parità di trattamento”, spiega Maria Elisabeth Rieder. Come noto, per i dipendenti pubblici la compensazione dell’inflazione è negoziata nel quadro di contratti collettivi.

Questo stato di cose ha spinto il Team K a presentare un disegno di legge regionale. I membri del Consiglio regionale devono essere posti su un piano di parità con i dipendenti pubblici e, analogamente al sistema contributivo per le pensioni, anche in questo caso si dovrebbe rinunciare a un trattamento di vantaggio. La rivalutazione automatica dell’importo fisso per il rimborso delle spese dovrebbe essere completamente abolita.

“Questa soluzione è più giusta e mette i politici su un piano di parità con i funzionari pubblici”, riassume Paul Köllensperger.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *